06

Novembre
2019

corso

Shelf life e ingredienti alimentari: scelta e impiego di nuove formulazioni per prodotti clean label e sostenibili


I consumatori richiedono prodotti sicuri, salutari, sostenibili e questo obiettivo è una sfida per il comparto alimentare da raggiungere contenendo risorse e sprechi. La domanda fondamentale è: come riuscire a produrre alimenti con ricette “pulite” e mantenere o prolungare la shelf life, non trascurando la sostenibilità? È possibile rivedere le formulazioni degli alimenti minimizzando o sostituendo gli additivi meno graditi con nuovi ingredienti?
La ricerca, la selezione e l’idoneità tecnologica degli ingredienti è un iter articolato. La conoscenza di ciò che è presente sul mercato e del comportamento di tali microingredienti all’interno dell’alimento sono elementi fondamentali e impattano sulla shelf life dell’alimento, soprattutto dal punto di vista organolettico.
Il corso si propone di approfondire le seguenti tematiche:

  • come formulare alimenti con il minimo impiego di additivi
  • ingredienti alternativi agli additivi correntemente impiegati ed esempi pratici
  • l’impatto che lo sviluppo di alimenti “clean” ha sulle varie funzioni aziendali e sulla shelf life dell’alimento

Le lezioni prevedono sessioni teoriche e l’esposizione di casi concreti.

PROMOZIONE INGREDIENTI+PACKAGING
⇒ Chi si iscrive entro il 21 OTTOBRE 2019 a questo corso e a "Shelf life e confezionamento: scelta del packaging e delle tecniche più performanti e sostenibili", può usufruire del prezzo speciale di 360 € + Iva.
Dal 22 OTTOBRE la quota di iscrizione è di 450 € + Iva.

Scarica il programma

rivolto a:

Qualità, Produzione, Ricerca e Sviluppo aziende alimentari, Ristorazione commerciale e collettiva, Responsabili di laboratorio, Consulenti sui temi della sicurezza alimentare, GDO, Tecnologi Alimentari


interventi


06

Novembre
2019


mattina

Prospettive dell’andamento di mercato degli alimenti “clean” e sostenibili

Vittorio Ferrari
Esperto in marketing management

abstract

L'intervento analizzerà le nuove tendenze dei mercati, considerando i trend in atto e i possibili sviluppi, cercando di rispondere a una serie di questioni:
- Nell’era della trasformazione digitale e della potenziale disponibilità delle conoscenze anche tecniche, quali sono le informazioni ricercate dai consumatori nel web, ci sono differenze tra le diverse generazioni?
- I consumatori sono messi sempre più al centro dell’attenzione ma come si formano e quali sono le loro preferenze?
Si prenderanno anche in considerazione il concetto di fedeltà del consumatore e dell’apertura alla novità e le nuove possibili segmentazioni dei target.

Come condurre efficacemente un progetto di miglioramento e sviluppo prodotto in termini di shelf life

Davide Barbanti
Professore Associato in Scienze e Tecnologie Alimentari - Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco - Università degli Studi di Parma

abstract

L'intervento approfondirà i seguenti argomenti:
• Come nasce l'idea di un prodotto in termini di innovazione
• La metodologia di sviluppo di un nuovo prodotto
• Esempi di ricerca applicata allo sviluppo di nuovi prodotti e nuove tecniche per l'industria alimentare e meccano-alimentare
• Uso di tecniche di controllo nello sviluppo di un prodotto basate su macro- e meso- livelli di informazione.

Formulazione “clean”: selezionare gli ingredienti giusti

Andrea Gasparri
R&D consumer science & innovation manager - Andros Italia

abstract

L’intervento tratterà esempi reali nella realizzazione di un prodotto “clean”, dall’ideazione al lancio e l’impatto che tali nuove formulazioni hanno sulla shelf life del prodotto alimentare.


pomeriggio

Possibilità di impiego di fibre funzionali quale alternativa agli additivi tradizionali: esempi applicativi al fine di prolungare/mantenere la shelf life

Luca Bianucci
Tecnologo Alimentare - Ordine dei Tecnologi Alimentari Lombardia e Liguria

abstract

"Clean and simple", "E number free", "low fat", "low carb", "healthy and diet": termini europei che affiancano le nostre prospettive alimentari quotidiane. Come possiamo sostenere le strutture e le reologie di prodotti poveri in contenuto senza usare additivi? Questa è la scommessa dell’industria alimentare del nuovo millennio: mantenere le garanzie di salubrità e di gusto migliorando il profilo nutrizionale, ma soprattutto di etichetta e mantenere la medesima shelf life. Tra le soluzioni possibili in tale comparto, vi è l’uso di fibre alimentari. Ma la varietà di origine, le caratteristiche specifiche e la funzione per cui sono impiegate necessitano di una conoscenza più approfondita al fine di impiegarle al meglio. L'intervento affronterà tutti questi temi.

Case History - La formulazione “clean” dal punto di vista di una private label

Elisabetta Venturini
Food Quality Assurance - Giuliani Spa

abstract

La presentazione ha lo scopo di mettere in luce le fasi relative alla formulazione e riformulazione di un prodotto clean dal punto di vista della private label: interazioni, problematiche, allergeni.


prezzo:

260 € più Iva

in aula



Prezzo speciale di 210 € più Iva per chi si iscrive entro il 21 OTTOBRE 2019

la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar. In caso di restrizioni sanitarie imposte dalle autorità competenti il coffee break e il business lunch non saranno serviti neppure in presenza.


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del corso. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02 23170963 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un corso (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al corso entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.


relatori



coordina la giornata


Pironi

Serena Pironi

Tecnologo alimentare, Food Contact Expert, auditor di prima, seconda e terza parte

Dopo anni di assicurazione e controllo qualità in piccole medie imprese di pasta e di bakery, fonda la propria società di consulenza, PI.GA. Service sas, specializzata in sistemi di gestione (BRC, IFS, Biologico, ISO) e ricerca e sviluppo.
Formatore in igiene e merceologia alimentare, ha pubblicato libri su temi di educazione alimentare.


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “in_formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it