01

Febbraio
2018

seminario

Regolamento UE 625/2017 sui controlli ufficiali: che cosa cambia? Una guida per l’OSA


Il nuovo testo sui controlli ufficiali - Reg. 625/2017 - non ha solo abrogato i due Reg. 854/2004 e 882/2004, ma ha anche modificato una decina di testi imprimendo una sostanziale trasformazione dello scenario normativo, in linea con quello che era stato l’intento del Reg. 882/2004 del 29 aprile 2004 (Controlli ufficiali in materia di mangimi, alimenti, salute e benessere degli animali).
Entrato in vigore il 7 aprile 2017, il Regolamento, pur continuando a lasciare uno spazio di autonomia organizzativa agli Stati membri, avrà un impatto importante sull’OSA: è stato appunto varato con l’obiettivo di armonizzare il quadro normativo europeo sui controlli ufficiali, rivolgendosi a tutte le fasi della trasformazione e della distribuzione di animali e merci alimentari.
Il seminario approfondirà i temi principali sia in merito alle implicazioni per l’OSA sia dal punto di vista delle Autorità di controllo.

Scarica il programma

rivolto a:

Responsabili e reparti della Produzione delle aziende alimentari, della Ristorazione commerciale e collettiva - Responsabili di laboratorio - Ufficio legale - Consulenti sui temi della sicurezza alimentare - GDO - Tecnologi Alimentari


interventi


01

Febbraio
2018


mattina

Analisi delle novità introdotte dal Regolamento 625/2017 e confronto con le norme precedentemente in vigore

Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

• Diritti e doveri degli operatori: come cambiano nel nuovo quadro normativo

• Il nuovo strumento del rating dell’operatore: da cosa dipende, come si valuta e sue conseguenze

• Il finanziamento dei controlli: l'impatto sui costi a carico dell'OSA

• Il diritto alla controperizia

• L'iter processuale


pomeriggio

Ambiti di applicazione e impatto sul Controllo Ufficiale per l'Autorità Competente e gli Organi di Controllo

Lucia Decastelli
Laboratorio Nazionale di Riferimento Stafilococchi coagulasi positivi, compreso S.aureus - S.C. Controllo Alimenti e Igiene delle Produzioni - Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte

abstract

Durante l'intervento saranno approfonditi i temi riguardanti:
• Il ruolo delle Autorità Competenti e degli Organi di Controllo
• La sicurezza alimentare alla luce dei metodi dei nuovi controlli ufficiali
• I controlli ufficiali nei diversi settori agroalimentari: nuovi ambiti di applicazione e prescrizioni
• Il sistema dei campionamenti nelle vendite a distanza
• La formazione dei controllori negli ambiti di competenza.

Cosa succede alle frontiere? L'attività di controllo di UVAC e PIF e che cosa potrebbe cambiare con il nuovo Regolamento

Carla Bilewski
Ufficio Veterinario Adempimenti Comunitari Piemonte e Valle d'Aosta - Posto di Controllo Frontaliero di Caselle - Ministero della Salute, DGSAF

abstract

L'attività di controllo sui prodotti di origine animale in transito per le frontiere compete, da un punto di vista igienico sanitario, a UVAC (Uffici Veterinari per gli Adempimenti Comunitari) e PIF (Posti Ispezione Frontalieri) sparsi sul territorio nazionale e recentemente accorpati. L'intervento mira ad approfondire l'attività di questi organismi sulla merce sia in entrata sia in transito nel Paese, allo stato attuale e con riferimento alle novità che saranno introdotte dal Regolamento 625/2017. Attualmente, infatti, l'Italia è tra i Paesi più severi nei controlli alla frontiere: il nuovo Regolamento si prefigge di uniformare e semplificare la disciplina sui controlli ufficiali al fine di migliorarne la trasparenza e l’efficienza a vantaggio anche delle aziende.

Questi i temi affrontati:
• L'attuale situazione dei controlli sulla merce in entrata e in uscita dall'Italia. Il sistema TRACES
• La gestione della merce non conforme.
• I possibili effetti del Regolamento 625/2017 sui controlli frontalieri.

Controllori e controllati a confronto

Tavola Rotonda con i relatori

Carla Bilewski
Ufficio Veterinario Adempimenti Comunitari Piemonte e Valle d'Aosta - Posto di Controllo Frontaliero di Caselle - Ministero della Salute, DGSAF
Lucia Decastelli
Laboratorio Nazionale di Riferimento Stafilococchi coagulasi positivi, compreso S.aureus - S.C. Controllo Alimenti e Igiene delle Produzioni - Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte
Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte


prezzo:

320 € più Iva

in aula



PER I TECNOLOGI ALIMENTARI È PREVISTO UNO SCONTO: SI PREGA DI CHIEDERE AL MOMENTO DELL'ISCRIZIONE

la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar. In caso di restrizioni sanitarie imposte dalle autorità competenti il coffee break e il business lunch non saranno serviti neppure in presenza.


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del seminario. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02 23170963 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un seminario (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al seminario entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.


relatori



coordinano la giornata


Consonni

Elena Consonni

Responsabile scientifica In-Formare - Giornalista scientifica

Laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari, ha da sempre lavorato in ambito giornalistico. Collabora come free-lance con diverse testate, dell'editoria specializzata e non, occupandosi a tutto tondo di food: tecnologia, sicurezza, mercato, nutrizione.

Tre dei suoi articoli sono stati premiati: nel 2011 ha vinto la sesta edizione del Premio Giornalistico "La strada del Recioto e dei vini Gambellara Doc"; nel 2012 il "Premio Istituto Italiano Alimenti Surgelati 2012"; nel 2014 ha ricevuto la menzione speciale per il migliore approfondimento dedicato a burro e panna per l'articolo Il burro? Forse non sapete che... pubblicato su Viversani & Belli.

De Vecchi

Francesca De Vecchi

Responsabile scientifica In-Formare - Tecnologa Alimentare, esperta in tecnologie alimentari e nutrizione - Divulgatrice scientifica

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze delle preparazioni alimentari, ha lavorato dapprima alla ricerca e sviluppo industriale di prodotti per l'infanzia e diete particolari, per poi dedicarsi definitivamente alla divulgazione e al giornalismo.

Oggi cura convegni e collabora con periodici del settore alimentare, oltre che con la stampa a diffusione nazionale, sui temi di nutrizione, sicurezza igienica delle produzioni alimentari, legislazione ed etichettatura


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “in_formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it