27

Settembre
2024

corso

Metodi analitici rapidi: applicazioni e vantaggi per valutazioni microbiologiche, chimiche e di contaminanti nel settore F&B

CONVEGNO TECNICO-SCIENTIFICO - SETTIMA EDIZIONE


INGRESSO GRATUITO. OGNI AZIENDA PUÒ ISCRIVERE AL MASSIMO DUE PROFESSIONISTI

È DISPONIBILE UN SERVIZIO BUS DA E PER ROGOREDO (M3 E STAZIONE RFI): PARTENZA 09.30, RITORNO 17.00
Modulo di prenotazione ⇒


Le necessità produttive, i requisiti normativi e la logistica distributiva moderna necessitano di verifiche analitiche sempre più tempestive e accurate; per l’OSA e per i laboratori, la possibilità di ottenere responsi di analisi in modo rapido e snello è un’esigenza importante, accolta e sviluppata da chi mette a punto kit, metodi e strumenti con queste finalità.

Avere dati utili in tempi brevi su microrganismi, allergeni, micotossine, ma anche in merito alla composizione di un alimento o una bevanda, consente reazioni tempestive e più efficaci per l’efficienza produttiva, per la sicurezza alimentare e per ridurre eventuali sprechi.

Durante la giornata di studio si approfondiranno le caratteristiche di accuratezza richieste ai metodi attualmente disponibili e si parlerà di:

  • differenza fra tecniche di screening e di quantificazione
  • valenza dell’accreditamento flessibile per alcuni tipi di metodi
  • validità di attività in autocontrollo che si avvalgono di metodi rapidi in casi di non conformità e ai fini di validazione di processi
  • principi di funzionamento e dimostrazioni dei metodi di analisi rapide

  • Allergeni e Aflatossine: i focus.

iscriviti al corso
rivolto a:

Assicurazione e Controllo qualità, Produzione, R&D delle imprese alimentari - Laboratori privati e pubblici - Ufficio legale - Tecnologi Alimentari - GDO


interventi


27

Settembre
2024


mattina

Metodi rapidi per l’analisi di acque e di alimenti: dall’autocontrollo ai controlli ufficiali

Teodora Uva
Avvocato - Studio Legale Avvocati per l’impresa

abstract

L’intervento avrà ad oggetto la valenza giuridica dei test rapidi nelle procedure di autocontrollo e come prova della diligenza dell’operatore del settore alimentare.

Sarà affrontato anche il tema dell’utilizzo dei test rapidi da parte delle Autorità e degli OSA in sede di controllo ufficiale, alla luce delle recenti aperture normative e dei termini stringenti per riscontrare le richieste dell’Autorità.

Ottimizzazione delle analisi per filtrazione delle acque: conformità ed efficienza operativa

Tommaso Ronconi
Direttore marketing - Merck Life Science

abstract

Per rendere le analisi delle acque il più semplici possibile e conformi ai requisiti di norme e regolamenti, verrà illustrata la gamma di prodotti dedicata a tale settore: partendo dai sistemi di filtrazione progettati per semplificare e accelerare le operazioni di filtraggio, passando per la disponibilità di membrane già testate in associazione ai terreni di coltura pronti all’uso secondo ISO7704 con certificato qualità rilasciato dai nostri laboratori accreditati ISO17025 sulla norma ISO11133 con dati relativi a produttività, selettività e specificità. E arrivando infine a supportare i laboratori con terreni pronti all’uso non solo per i parametri più classici come E.coli e coliformi, Enterococchi, Legionella e altri, ma anche per l’analisi dei colifagi somatici introdotti con la direttiva EU 2184, fornendo terreni pronti all’uso in bottiglia secondo ISO 10705-2 e anche aiutando a ridurre il numero di piastre da eseguire con l’apposito kit di concentrazione adeguato alla ISO10705-3.
L'obiettivo è fornire ai laboratori strumenti e prodotti che semplifichino le operazioni di analisi, garantendo al contempo la conformità normativa e un'efficienza operativa ottimale.

I metodi di analisi rapida: principi di funzionamento e dimostrazioni pratiche - I parte

abstract

Durante questa sessione pratica del convegno, i partecipanti potranno conoscere e sperimentare i principali metodi di analisi presentati dalle aziende produttrici che ne evidenzieranno caratteristiche e vantaggi.

Tecniche molecolari applicate alla ricerca di varietà animali: la sfida etica, religiosa e il controllo delle frodi

Enrico Arletti
Technical Manager - Generon Spa

abstract

La frode alimentare è un termine collettivo utilizzato per comprendere la sostituzione, l'aggiunta, la manomissione o la falsa dichiarazione deliberata e intenzionale di alimenti, ingredienti alimentari o confezioni di alimenti; oppure dichiarazioni false o fuorvianti fatte su un prodotto a scopo di lucro. Durante l'intervento saranno approfonditi:
• DNA e frodi alimentari: Il DNA permette di identificare frodi alimentari in matrici alimentari
• Problematiche analitiche legato al rapporto DNA\peso
• Riferimenti alla ISO 20813 e ISO 20224
• Specifiche HALAL e specifiche VEGAN: la risposta analitica.

Maldi TOF: inserimento in protocolli USDA per patogeni alimentari

Matteo Vigano
European Food & Industry Microbiology Sales Representative - Bruker Daltonics

abstract

La spettrometria di massa a tempo di volo con desorbimento/ionizzazione laser assistita da matrice (MALDI-TOF MS) si è affermata come un metodo affidabile per confermare i patogeni alimentari. Questa tecnica consente un'identificazione rapida e precisa attraverso l'analisi spettrale delle proteine microbiche, migliorando l'efficienza nei programmi di sicurezza alimentare. La soluzione MALDI Biotyper è stata approvata da AOAC International in due Metodi Ufficiali di Analisi (OMA). Inoltre gli studi di validazione hanno dimostrato le sue prestazioni nella conferma diretta e nell'identificazione dei batteri indipendentemente dal terreno di crescita. L'integrazione del MALDI Biotyper nei laboratori di analisi alimentare migliora l'efficienza e riduce i tempi di risposta per i produttori, facilitando il monitoraggio delle fasi critiche di produzione e il rilascio tempestivo dei lotti. Questo porta a miglioramenti sia nella sicurezza sia nei risultati economici.

Il futuro della diagnostica alimentare è qui: GENE-UP®

Daniela Barbara Superchi
bioMérieux Adriatic Food Pathogens testing Leader

abstract

GENE-UP® è la RTPCR di bioMérieux e fa parte di un ecosistema in continua evoluzione, pensato dai ricercatori di bioMérieux per aiutare i propri clienti in collaborazione con loro, nella lotta contro i contaminanti (patogeni, spoilers, Virus, strain typing) microbiologici alimentari.
Durante l'intervento verrà fatto un focus su Stec e possibili applicazioni nella genomica alimentare.


pomeriggio

Networking: il Caffè con gli sponsor

I metodi di analisi rapida: principi di funzionamento e dimostrazioni pratiche - II parte

abstract

Durante questa sessione pratica del convegno, i partecipanti potranno conoscere e sperimentare i principali metodi di analisi presentati dalle aziende produttrici che ne evidenzieranno caratteristiche e vantaggi.

Metodi alternativi rapidi: procedura di validazione e certificazione di parte terza

Angela Maiello
Esperta per l'accreditamento dei Laboratori di prova

abstract

I requisiti di sicurezza alimentare impongono frequenti analisi di controllo microbiologico in tutte le fasi della produzione ed i metodi di riferimento, descritti negli Standard, richiedono generalmente molto lavoro, procedure analitiche articolate e complesse e tempi di esecuzione lunghi.
Per soddisfare le esigenze delle Aziende e dei Laboratori di prova, sono stati sviluppati e commercializzati metodi adattati ai requisiti della produzione industriale, più semplici, più veloci e/o più economici dei metodi di riferimento convenzionali; tali metodi, comunemente denominati "metodi di analisi alternativi" o "metodi di analisi rapida", sono individuabilii, in alcuni casi, in kit contenenti quanto necessario per eseguire determinate operazioni analitiche.
Queste alternative hanno posto il problema dell'affidabilità dei risultati e della loro correlazione con quelli dei metodi di riferimento: su richiesta degli Operatori economici e delle Autorità pubbliche, da molti anni ormai è stato pertanto delineato un processo di Certificazione, volto a dimostrare l'affidabilità e le prestazioni di tali nuovi sistemi di analisi.
Un Organismo di Terza Parte, indipendente, attraverso un disciplinato Regolamento che definisce in modo preciso la procedura, dalla richiesta di certificazione all'ottenimento del certificato, attraverso la realizzazione di uno studio di validazione completo e regolari controlli, certifica in modo oggettivo che il metodo alternativo risponde a precisi requisiti di qualità e certifica l’equivalenza delle prestazioni con il metodo di riferimento standard.

IDEXX Tecta, Sistema Rapido ed Automatizzato per la ricerca di patogeni in campioni di acqua

Alessio De Santis
Area Manager per l’Italia, la Slovenia e il Canton Ticino (CH) - IDEXX Laboratories Italia srl

abstract

IDEXX Tecta è un sistema di Microbiologia Rapida completamente Automatizzato dedicato alla ricerca di Patogeni in campioni di Acqua.

Di semplice utilizzo, non necessita della presenza di un operatore in laboratorio al momento della lettura dei risultati i quali, terminato il periodo di incubazione, vengono inviati via e-mail agli indirizzi caricati sullo strumento al momento del test.

La risposta analitica varia dalle 2 alle 18 ore sulla base della concentrazione batterica presente nel campione e la procedura di test non richiede una diluizione del campione neanche in presenza di alti livelli di Torbidità o Colore.

Dal punto di vista tecnico Tecta garantisce risultati migliorativi se confrontati con la Microbiologia Tradizionale in quanto sfrutta la tecnica Enzimatica “Defined Substrate Tecnology” che di fatto annulla gli effetti del fenomeno VBNC , Viable But Not Culturable.

Allergeni e metodi rapidi: dall'attività di screening alla scelta per valutazioni mirate

Stefania Iametti
Professore ordinario - DeFENS, Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l'Ambiente - Università degli Studi di Milano

abstract

La quantificazione di allergeni in alimenti rappresenta una tematica molto importante all’interno della filiera alimentare, in quanto nei soggetti sensibili si possono innescare risposte immunitarie che possono andare da sintomi allergici lievi fino a eventi gravi.
In questo intervento la determinazione degli allergeni verrà affrontata presentando:
1) le metodologie di analisi sensibili e specifiche
2) la preparazione del campione.
Nella prima parte della presentazione si descriveranno gli aspetti tecnici connessi con analisi qualitativa e quantitativa con metodi rapidi (Lateral Flow Devices) e immunoenzimatici (ELISA) e infine dell’applicazione di metodologie RT-PCR. Nella seconda parte di questo intervento verranno affrontati alcuni aspetti nella preparazione del campione, con riferimento a situazioni in cui questo momento è particolarmente critico.
La descrizione di alcuni “case study” concluderà la presentazione.
Nel complesso, con questo intervento si intende fornire una panoramica delle principali metodologie e dei loro punti nella determinazione di allergeni alimentari.

Micotossine e tossine vegetali nei Regolamenti (UE) 2023 e 2024

Lisa Vallone
Ricercatrice - Ispezione degli alimenti di origine animale - Dipartimento di Medicina Veterinaria e Scienze Animali (DIVAS) - Università degli Studi di Milano

abstract

Micotossine e tossine vegetali sono metaboliti secondari prodotti, rispettivamente, da miceti e da piante: le prime sono prodotte, in particolari condizioni di temperatura e umidità, da alcune specie fungine (appartenenti principalmente ai generi Aspergillus, Penicillium e Fusarium); le seconde sono molecole bioattive prodotte dalle piante come difesa naturale contro microrganismi patogeni, insetti ed erbivori.
Tali tossine entrano nella filiera alimentare poiché sono presenti in alimenti di origine vegetale consumati dall’uomo (cereali, legumi, frutta secca ed essiccata, alcuni tipi di frutta, spezie, cacao, caffè, liquirizia e altri), e/o presenti in alimenti di origine animale (carne e salumi, latte e formaggi, uova, miele), in quanto assunte da animali allevati attraverso mangimi contaminati e da essi veicolati.
Il Regolamento (UE) n. 915 del 2023, e i Regolamenti (UE) 1022 e 1038 del 2024, abrogano il Reg. (CE) n. 1181/2006 (che ha subito numerose e sostanziali modifiche nel corso degli anni) e definiscono e integrano i tenori massimi di questi contaminanti nei prodotti alimentari: per ognuno di essi sono elencati gli alimenti, sia di origine vegetale che animale, per i quali sono presenti dei limiti.
Il mutamento climatico a cui stiamo assistendo hanno un notevole impatto sulla sicurezza alimentare, compresa la produzione delle tossine sopracitate le quali, dunque, meritano l'attenzione dei ricercatori e del legislatore al fine di tutelare la salute pubblica soprattutto nei confronti di gruppi di popolazione identificati come vulnerabili.

ISO 7218:2024 - IV Edizione. Novità e curiosità

Laura Scafuri
Tecnologa Alimentare

abstract

La IV edizione, emessa a fine giugno 2024, dopo lunga attesa e preoccupazione, presenta diverse novità e miglioramenti. Nel corso dell’intervento verranno presentate le modifiche salienti, le curiosità e le interessanti novità che lo standard propone, illustrando con esempi la nuova organizzazione della strumentazione, con alcuni errori di interpretazione che emergono rispetto alla precedente revisione, i fogli di calcolo inclusi e scaricabili e la semplificazione proposta, oltre alle nuove sezioni sul controllo qualità nel laboratorio e sulla scelta ed utilizzo dei ceppi batterici.
Una carrellata sulle diverse norme richiamate, come sulle norme di buona prassi di laboratorio, note ma spesso un po’ dimenticate.


prezzo:

0 € più Iva

in aula



INGRESSO GRATUITO

la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar. In caso di restrizioni sanitarie imposte dalle autorità competenti il coffee break e il business lunch non saranno serviti neppure in presenza.


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del corso. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02 23170963 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un corso (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al corso entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.


relatori



coordina la giornata


Scafuri

Laura Scafuri

Tecnologa Alimentare

Goriziana di nascita, ma lombarda di vita e professione. Laureata in Scienze e Tecnologie alimentari presso l'Università degli Studi di Milano, iscritta all’Ordine dei Tecnologi Alimentari - OTALL dal 2002.

Per 32 anni responsabile del Laboratorio CQ e del Sistema di gestione ISO 17025 di una nota azienda alimentare: analisi di alimenti, mangimi, acque, aria e superfici da ambienti di produzione primaria e alimentare. Analisi sensoriali.

Ha competenze di Microbiologia predittiva e nella gestione di Challenge Test.
Perito di parte per prelievi ufficiali.

Si occupa di Igiene degli alimenti, di HACCP, di Etichettatura alimenti, di Analisi e gestione allergeni e contaminanti.

È ispettore tecnico Accredia per prove microbiologiche dal 2008.

Ha collaborato attivamente per il settore food senza glutine, con l’obiettivo e il desiderio di promuovere l’approfondimento scientifico in questo ambito; grazie al prezioso contributo dei professori Iametti e Bonomi dell’Università di Milano, ha promosso studi e correlazioni sui metodi analitici, sul contenuto effettivo di glutine in ingredienti immotivatamente definiti "a rischio" e oggi "liberalizzati" anche grazie agli approfondimenti condotti (gorgonzola, sciroppi di glucosio, distillati di cereali ecc.), così come ha posto le basi per la Comunione del Celiaco.


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “in_formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it