31

Marzo
2022

seminario

I controlli ufficiali e le allerte alimentari: lo stato dell’arte alla luce dei nuovi decreti e delle linee guida


ll seminario è fruibile da remoto in web seminar

Il seminario ha la finalità di illustrare le novità relative ai controlli ufficiali e alle allerte alimentari.
Si partirà dal Reg. UE 625/17, per poi approfondire il nuovo Decreto Lgs 27/21 con particolare riferimento a prelievo, controperizia e controversia, temi che hanno fortemente innovato rispetto alla normativa nazionale previgente. L’analisi della casistica sviluppatasi nei rapporti con le autorità di controllo ufficiale, con la magistratura e le autorità amministrative competenti, costituirà una linea guida per dare concretezza agli aspetti normativi trattati.

Sarà simulata la dinamica del controllo ufficiale in azienda mettendo a fuoco la gestione della comunicazione del prelievo ufficiale, i controlli interni, la rintracciabilità del prodotto e la predisposizione degli atti difensivi. Verrà illustrata la gestione di esiti non favorevoli, verificando le conseguenze in azienda.

Alla luce delle nuove linee guida del Ministero della Salute, saranno illustrate norme e interpretazioni sul sistema di allerta alimentare. Focus particolari saranno dedicati alla gestione dell'allerta da parte degli OSA e della distribuzione organizzata, alle eventuali conseguenze, alle forme di responsabilità e sanzioni in capo agli operatori. La presentazione di casi emblematici recenti renderanno evidenti gli aspetti operativi e decisionali da attivare in queste situazioni di criticità.

Locandina del seminario →

rivolto a:

Responsabili e reparti Produzione e Qualità - Responsabili di laboratorio - Ufficio legale e Regolatorio - Consulenti sui temi della sicurezza alimentare - GDO - TA


interventi


31

Marzo
2022


mattina

Il Regolamento UE 625/2017 e i Decreti attuativi nazionali

Chiara Marinuzzi
Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

abstract

L'intervento approfondirà gli elementi innovativi introdotti dal Regolamento e dai Decreti attuativi, focalizzando l'attenzione su:
• Il Regolamento UE 625/11 e il Decreto legislativo 27/2021
• Il Regolamento UE 625/11: le principali novità
• La regolamentazione nazionale vigente e il rapporto con i regolamenti comunitari
• Il Decreto legislativo 27/2021 di adeguamento della disciplina nazionale alle disposizioni del Regolamento 2017/625 e abrogazione normativa nazionale in materia di igiene e sicurezza degli alimenti
• Le autorità competenti in Italia, le attività di controllo, i poteri delle autorità competenti per la tutela della salute pubblica e della repressione delle frodi
• Obblighi e diritti dell’operatore
• Campionamenti e analisi
• Il sequestro e le altre attività cautelari
• Il diritto di difesa dell’operatore. Aspetti processuali
• Controperizia e controversia
• Sanzioni
• Come si sta applicando la normativa: casi e spunti.

Autorità Competenti e Controllo Ufficiale dopo il Reg. (UE) 2017/625 ed il D.l.vo 27/2021

Marco Pierantoni
Direttore Servizio Veterinario Igiene Alimenti di O.A. - AUSL Parma

abstract

L’entrata in vigore del Regolamento 2017/625 con l’abrogazione dei reg.882 e 854/2004, ma soprattutto l’emanazione dei Decreti Legislativi 2 febbraio 2021: n. 23,24,27 e 32, che se da un lato non hanno stravolto l’impostazione del “Pacchetto Igiene” comunitario, dall’altro hanno però introdotto importanti novità per i servizi territoriali coinvolti nel controllo ufficiale.
L’intervento fornirà una carrellata sulla attuale organizzazione del controllo ufficiale nel nostro Paese e sull’impatto, non ancora completamente "digerito" sull’operatività dei servizi, con particolare riferimento al controllo microbiologico: campionamento e analisi; controperizia e controversia.

Il controllo ufficiale in un'azienda alimentare

Laura Scafuri
Responsabile del Laboratorio Salumificio Fratelli Beretta S.p.A.

abstract

Dopo una breve presentazione dell’azienda Beretta e un’introduzione sul ruolo del laboratorio al suo interno, l’intervento si focalizzerà su azioni e reazioni scaturite dall’ingresso del D.Lgs. 27 toccando i seguenti aspetti:
• Organizzazione antecedente e organizzazione aziendale
• La comunicazione della nuova normativa
• Gli approfondimenti dell’ufficio legale
• Le osservazioni del laboratorio
• La nuova organizzazione
• La situazione attuale (campionamenti, tempistiche, prevalenze)
• Esempi di verbali e di richieste
• Esempi di comunicazioni di esiti e riflessioni
• Perplessità: competenze? Presentazioni dei risultati? Accreditamento? Verifica Documentale? Giudizi di conformità?


pomeriggio

Allerte, ritiri e richiami

Giorgia Andreis
Avvocata - Andreis e Associati Avvocati - Torino, Milano

abstract

L’intervento ha lo scopo di illustrare il quadro normativo e interpretativo sul sistema di allerta e sulle misure di ritiro e richiamo degli alimenti che siano o si presumano a rischio per la salute dei consumatori; ci si soffermerà in questo contesto sulle Linee Guida del 5 maggio 2021.

In particolare, poi, si analizzerà la gestione della allerta da parte degli OSA, portando ad esempio i casi anche più recenti, considerando gli aspetti operativi e decisionali che caratterizzano queste "special situations", le eventuali conseguenze, nonché, le forme di responsabilità e le sanzioni a cui gli stessi operatori possono andare incontro.

La gestione delle allerte nella DO: modalità, procedure interne, comunicazioni con l’organo di controllo e i clienti

Roberto Mussolin
Responsabile Sicurezza Alimentare di Aspiag Service srl, concessionaria marchio DESPAR per il Nord-Est

abstract

L’intervento illustra innanzitutto l’eterogeneità della Distribuzione Organizzata in Italia (punti vendita a gestione diretta, in affiliazione ecc.), con conseguenti differenze di procedure e di conduzione in caso di allerta alimentare.
Tramite la presentazione di casi reali, saranno evidenziati:
· le differenze di gestione dei prodotti a Marchio del Distributore, dell’Industria di Marca e delle preparazioni interne ai singoli punti vendita
· i rapporti e le modalità informative con gli organi di controllo
· le modalità di comunicazione con i Clienti
· le criticità riscontrate.


prezzo:

320 € più Iva

modalità web seminar


PREZZO SPECIALE DI 240 € + IVA PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 15 MARZO COMPRESO

la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch *
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

* salvo iscrizioni in modalità Web Seminar. In caso di restrizioni sanitarie imposte dalle autorità competenti il coffee break e il business lunch non saranno serviti neppure in presenza.


modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del seminario. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02 23170963 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un seminario (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al seminario entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.


relatori



coordina la giornata


Marinuzzi

Chiara Marinuzzi

Avvocato - Studio Legale Avv. Gaetano Forte

Nata a Ferrara il 06 ottobre 1970. Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Ferrara.
Avvocato dal 1998.
Si occupa di diritto agroalimentare (in particolare normative igienico-sanitarie e di etichettatura) diritto comunitario, concorrenza sleale, implementazione modelli organizzativi ex D.lgs. 231/01 e governance aziendale.


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “in_formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it