10

Ottobre
2018

11

Ottobre
2018

intensivo

Studio della shelf life di un prodotto alimentare


Assicurare il mantenimento delle caratteristiche organolettiche e qualitative di un alimento fino alla data di scadenza o al TMC (“temine minimo di conservazione”) è un obbligo dell’OSA: questo permette non solo di garantire la sicurezza del consumatore secondo i termini di legge, ma anche di pianificare una corretta strategia commerciale.
Il seminario intensivo, alternando sessioni teoriche ad esempi applicativi, spiega come impostare un protocollo analitico per lo studio della shelf life di un alimento a partire dall’individuazione degli indicatori principali (chimici e microbiologici) e le condizioni da simulare, con una attenzione particolare ai metodi di shelf life accelerata e ai metodi sensoriali che mettono in correlazione la presenza di marker chimico-fisici e lo stato alterativo del prodotto.


obiettivi

Il seminario intensivo di due giornate si propone di approfondire, con approccio teorico e con esempi che rimandano alla realtà operativa quotidiana, le tematiche sulla corretta impostazione di uno studio di shelf life di un prodotto alimentare. Gli obiettivi didattici saranno raggiunti grazie a focus su:

  • requisiti cogenti di etichettatura e di valutazione della shelf life
  • stima dei parametri di valutazione dello stato alterativo di un alimento
  • shelf life accelerata e metodi microbiologici
  • valutazione dei parametri sensoriali

I corsisti avranno chiara la normativa di riferimento. Saranno anche discussi casi di contenzioso in relazione alla responsabilità dell’operatore, a confronto con quanto definito dalle normative vigenti in materia di etichettatura e sicurezza alimentare.


format

Il seminario è composto di due giornate di studio. Le lezioni prevedono sessioni teoriche per ciascun argomento, arricchite da molti esempi pratici a supporto e integrazione di quanto esposto dai relatori esperti nella materia.

iscriviti all'intensivo
rivolto a:

Esperti, tecnici e tecnologi alimentari delle seguenti aree: Controllo e Assicurazione Qualità, Ricerca e Sviluppo di aziende di produzione alimentare (comprese le aziende di trasformazione) e GD, laboratori d'analisi pubblici e privati


interventi


10

Ottobre
2018


mattina

Durabilità: aspetti giuridici e legali

Enrica Pera
Studio Avvocato Andreis e Associati - Torino, Milano
Antonio Fiumara
Studio Avvocato Andreis e Associati - Torino, Milano

abstract

L’intervento ha lo scopo di illustrare le disposizioni della legislazione alimentare sulla durabilità dei prodotti alimentari e quindi gli obblighi e gli oneri degli operatori del settore alimentare, i controlli e le richieste delle autorità competenti, con riferimenti ai casi pratici e ai precedenti.

Argomenti trattati:
• Legislazione di riferimento
• Le responsabilità dell’OSA negli studi di shelf life
• Il rapporto con il controllo ufficiale: come viene valutata la congruità di uno studio
• Conservazione dei documenti per le Autorità
• Problematiche inerenti il superamento dei limiti di durabilità dei prodotti
• Casi e attività operative.

I. Protocolli di stima della shelf life

Sonia Calligaris
PhD - Sezione di Chimica e Tecnologie Alimentari - Dipartimento di Scienze Agroalimentari Ambientali e Animali - Università di Udine

abstract

• Introduzione sulla shelf life primaria e secondaria
• Individuazione degli eventi alterativi, degli indicatori analitici e del limite di accettabilità


pomeriggio

II. Protocolli di stima della shelf life

Sonia Calligaris
PhD - Sezione di Chimica e Tecnologie Alimentari - Dipartimento di Scienze Agroalimentari Ambientali e Animali - Università di Udine

abstract

• Protocolli di stima della shelf life in condizioni di conservazione standard e in condizioni di accelerazione
• Discussione di casi studio


11

Ottobre
2018


mattina

Degradazione microbica: possibili indicatori e strategie per il prolungamento della shelf life degli alimenti

Chiara Montanari
CIRI Agroalimentare - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum

abstract

• Introduzione sulla degradazione microbica: cause, fenomeni determinabili mediante parametri chemiometrici (marker metabolici), fattori che regolano la crescita microbica (intrinseci, estrinseci e di processo), strategie per ridurre o evitare la proliferazione microbica e quindi prolungare la shelf life degli alimenti.

• Esempi di casi studio: validazione della shelf life di prodotti lattiero-caseari in condizioni di abuso termico che simulino la conservazione domestica; definizione della shelf life di prodotti innovativi anche mediante challenge test; utilizzo di modelli logistici per validare la stabilità di prodotti industriali; prolungamento della shelf life di pasta fresca mediante bioprotezione.


pomeriggio

Il contributo dell’analisi sensoriale alla valutazione della freschezza di prodotti alimentari

Sara Barbieri
Dipartimento di Scienze e Tecnologie agro-alimentari - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum

abstract

• Aspetti generali dell’analisi sensoriale, principali metodi applicati
• Software per l’elaborazione dei dati.
• Approccio combinato tra valutazioni sensoriali e strumentali con descrizione di alcuni casi studio


la quota comprende:
  • Una bibliografia completa con i riferimenti a testi e fonti web cui attingere per approfondire le tematiche trattate
  • Le presentazioni slide show in formato pdf e cartaceo, disponibili durante le giornate del seminario.
  • L’attestato di frequenza
  • L’attestato delle competenze acquisite (con superamento del test di apprendimento)
  • Welcome coffee - coffee break - pranzo
  • Crediti formativi professionali per i TA

modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i 15 giorni precedenti la data dell'intensivo. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02-91534731 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un intensivo (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione all'intensivo entro e non oltre quindici giorni prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.

prezzo:

960 € più Iva


PREZZO SPECIALE DI 850€ PIÙ IVA PER CHI SI ISCRIVE ENTRO IL 19 SETTEMBRE 2018 COMPRESO. LE ISCRIZIONI CHIUDONO IL 28 SETTEMBRE 2018


relatori



responsabile scientifico:


De Vecchi

Francesca De Vecchi

Tecnologa Alimentare, esperta in tecnologie alimentari e nutrizione - Divulgatrice scientifica

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze delle preparazioni alimentari, ha lavorato dapprima alla ricerca e allo sviluppo industriale di prodotti per l'infanzia e diete particolari, per poi dedicarsi definitivamente alla divulgazione e al giornalismo.

Oggi cura convegni e collabora con periodici del settore alimentare, oltre che con la stampa a diffusione nazionale, sui temi di nutrizione, sicurezza igienica delle produzioni alimentari, legislazione ed etichettatura


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “In-Formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it