21

Maggio
2020

seminario

Il biofilm nella filiera alimentare: dall'analisi del rischio alle strategie per combatterlo


SEMINARIO IN WEB CONFERENCE. UN PC E IL COLLEGAMENTO A INTERNET PERMETTONO DI SEGUIRLO IN TEMPO REALE E IN MODO INTERATTIVO.

Il biofilm è un sistema complesso composto da batteri e una matrice polimerica che i batteri stessi producono per proteggersi e aderire meglio alle superfici. Esso rappresenta una delle maggiori criticità in tema di sanificazione: si forma di preferenza sulle superfici difficili da raggiungere e protegge i batteri dall’azione delle sostanze disinfettanti. Tutte le filiere alimentari sono coinvolte da questa problematica e la presenza di biofilm può rappresentare un rischio per la sicurezza alimentare rendendo meno efficaci le procedure di sanificazione.
Nel seminario si analizzando la formazione del biofilm e le strategie per eliminarlo. I focus:

  • Caratteristiche, formazione e condizioni che ne favoriscono lo sviluppo
  • Effetti su batteri patogeni e alterativi
  • Determinare e prevenire la formazione di biofilm
  • Le problematiche delle principali filiere alimentari
  • I danni alle superfici
  • Efficacia della sanificazione su diverse superfici
iscriviti al seminario
rivolto a:

Produzione, Qualità, R&S delle aziende alimentari - Responsabili di laboratorio - Consulenti sui temi della sicurezza alimentare - GDO - TA


interventi


21

Maggio
2020


mattina

Caratteristiche e formazione del biofilm: effetti sui batteri patogeni e alterativi

Milena Brasca
CNR ISPA, Institute of Sciences of Food Productions National Research Council of Italy

abstract

La presenza di biofilm è la principale fonte di contaminazione microbica dell'industria alimentare dove costituisce un’importante modalità di persistenza dei microrganismi nell’ambiente. Batteri alterativi e patogeni possono colonizzare in forma di biofilm serbatoi, tubazioni, impianti e superfici compromettendo la qualità, la sicurezza e la conservabilità dei prodotti con conseguenti importanti perdite economiche.
L'intervento descrive le caratteristiche, le condizioni e le fasi di formazione del biofilm. Verrà evidenziato come l’adesione delle cellule batteriche alle superfici attraverso una matrice polimerica, conferisce una maggiore resistenza ai fattori di stress cellulare e conseguentemente anche alle procedure di detersione e sanificazione. Verranno infine presentati i principali microrganismi produttori di biofilm alterativi e patogeni di interesse alimentare.

Rilevare e prevenire il biofilm nelle principali filiere alimentari

Milena Brasca
CNR ISPA, Institute of Sciences of Food Productions National Research Council of Italy

abstract

Determinare la presenza del biofilm è il primo passo per poterlo gestire, creando anzitutto le condizioni per prevenirne la formazione.
La relazione illustra come è possibile rilevarne e analizzarne la presenza e quali strategie possono essere perseguite per prevenirne e/o contenerne la formazione. Verranno evidenziate le implicazioni dei biofilm microbici per l'industria alimentare, affrontando le diverse problematiche correlate alle principali filiere alimentari.

Non solo food safety: i danni da biofilm sulle superfici

Laura Franzetti
DeFENS, Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente - Università degli Studi di Milano

abstract

Nel comparto alimentare la presenza di biofilm è responsabile di numerose problematiche: oltre a influenzare la shelf life e la sicurezza del prodotto, può provocare danni importanti a livello di sicurezza di impianti e superfici in genere. Fondamentale è il contributo dell’acqua, in qualsiasi forma essa sia impiegata nei processi (solvente, operazioni di pulizia e detergenza, ingrediente).
Sarà illustrato come proprio l’acqua, nelle sue molteplici forme impiegate nell’industria alimentare, possa influire sulle caratteristiche delle superfici sia attraverso cessioni al prodotto di natura chimica, ma anche microbiologica (biocorrosione).


pomeriggio

Rimozione del biofilm: prove sperimentali di pulibilità di superfici diverse ed efficacia dell’abrasione. Casi studio

Laura Franzetti
DeFENS, Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente - Università degli Studi di Milano

abstract

La formazione di biofilm è tradizionalmente associata al tipo di microrganismo e all’accumulo di sporco, ovvero residui di lavorazione, ma un ruolo non secondario è svolto dai materiali. Per ogni materiale sarà importante conoscere le caratteristiche superficiali (rugosità, porosità, grado di bagnabilità, modalità di assemblaggio, grado di usura) che influenzeranno fortemente i fenomeni di adesione microbica sulle superfici, quindi la loro contaminazione e conseguentemente la loro igienicità.
Saranno presentati casi studio che mostreranno come avviene l’adesione microbica su differenti materiali utilizzati in campo alimentare (ceramica, plastica, acciaio, vetro) e come può essere realizzato il suo allontanamento.

Domande e conclusioni

Laura Franzetti
DeFENS, Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente - Università degli Studi di Milano
Milena Brasca
CNR ISPA, Institute of Sciences of Food Productions National Research Council of Italy


la quota comprende:
  • La presenza alla giornata di studio
  • Gli atti del corso o del seminario
  • Coffee break e business lunch
  • Attestato di partecipazione
  • Crediti formativi per i Tecnologi Alimentari

modalità e termini di iscrizione

L’iscrizione deve pervenire entro i due giorni precedenti la data del seminario. Dopo questa scadenza, si prega di telefonare allo 02-91534731 per avere conferma di posti ancora disponibili.

All’attivazione del seminario OM invia, tramite mail, conferma di accettazione e la fattura per il pagamento della quota di partecipazione.


OM si riserva la facoltà di annullare o modificare la data di svolgimento di un seminario (ad esempio per mancato raggiungimento del numero minimo dei partecipanti) entro i termini indicati per la chiusura delle iscrizioni.
Nel caso, i partecipanti saranno tempestivamente avvisati; se versata, la quota di iscrizione sarà restituita per intero.

I partecipanti possono disdire la loro partecipazione al seminario entro e non oltre sette giorni lavorativi prima dell'appuntamento, dandone comunicazione scritta a OM tramite email o fax. Dopo questo termine la quota d’iscrizione dovrà essere versata per intero.

prezzo:

250 € più Iva


IL PREZZO SI RIFERISCE AL SEMINARIO EROGATO IN WEB CONFERENCE SU PIATTAFORMA WEBINAR


relatori



coordinano la giornata


Consonni

Elena Consonni

Responsabile scientifica In-Formare - Giornalista scientifica

Laureata in Scienze e Tecnologie Alimentari, ha da sempre lavorato in ambito giornalistico. Collabora come free-lance con diverse testate, dell'editoria specializzata e non, occupandosi a tutto tondo di food: tecnologia, sicurezza, mercato, nutrizione.

Tre dei suoi articoli sono stati premiati: nel 2011 ha vinto la sesta edizione del Premio Giornalistico "La strada del Recioto e dei vini Gambellara Doc"; nel 2012 il "Premio Istituto Italiano Alimenti Surgelati 2012"; nel 2014 ha ricevuto la menzione speciale per il migliore approfondimento dedicato a burro e panna per l'articolo Il burro? Forse non sapete che... pubblicato su Viversani & Belli.

De Vecchi

Francesca De Vecchi

Responsabile scientifica In-Formare - Tecnologa Alimentare, esperta in tecnologie alimentari e nutrizione - Divulgatrice scientifica

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze delle preparazioni alimentari, ha lavorato dapprima alla ricerca e sviluppo industriale di prodotti per l'infanzia e diete particolari, per poi dedicarsi definitivamente alla divulgazione e al giornalismo.

Oggi cura convegni e collabora con periodici del settore alimentare, oltre che con la stampa a diffusione nazionale, sui temi di nutrizione, sicurezza igienica delle produzioni alimentari, legislazione ed etichettatura


contatti

Per informazioni e iscrizioni ai corsi “In-Formare, la qualità del cibo a convegno”:
segreteria@ominrete.it